Impianto di stoccaggio gas metano: assemblea pubblica a Bagnolo Mella

Giovedi 7 Aprile GasHome ha organizzato un’assemblea pubblica sul tema sempre più attuale nella nostra zona: gli impianti di stoccaggio di gas metano.

stoccaggio gas metano

Ecco un breve riassunto della serata per chi se la fosse persa.

PROGETTO STOCCAGGIO GAS METANO “BAGNOLO MELLA”

Il progetto di stoccaggio gas metano denominato :”Bagnolo Mella” riguarda la possibilità di costruire un impianto di stoccaggio di gas metano importato utilizzando i vecchi pozzi ENI presenti nella località Movico nel territorio comunale di Capriano del Colle e vicino al confine coi comuni di Dello (con la frazione di Corticelle Pieve), Offlaga e Bagnolo Mella.

La concessione per questo impianto e’ stata inizialmente presentata dalla ditta Edison ma poi è passata ad un’altra azienda, la  GDF Suez.

Ma facciamo un passo indietro per capire meglio di che si tratta.

Dal secondo dopoguerra  l’ENI (ente nazionale idrocarburi) aveva compiuto ricerche nel sottosuolo italiano per la ricerca di petrolio e gas metano al fine di accrescere l’indipendenza energetica del Paese. Nel sottosuolo della Pianura Padana fu rinvenuto gas metano del quale si iniziò l’estrazione. Questa estrazione è continuata fino agli anni ’90 quando poi i pozzi sono esauriti, o meglio, in molti casi non era più remunerativa l’estrazione stessa. Tra questi impianti anche quello della località Movico, appunto.

Dal 2001 il Governo nazionale italiano ha aperto la possibilità, alle ditte che l’avrebbero richiesto, di poter utilizzare i vecchi impianti estrattivi del gas metano appartenenti ad ENI per stoccare il gas importato dalla Russia.

La richiesta di concessione e’ stata presentata al Ministero dello Sviluppo anche per il pozzo Bagnolo Mella.

Di che impianto si tratta?

Nella pratica l’impianto consiste in motori di pompaggio che immettono il gas metano proveniente dalla Russia, tramite la rete, nei 6 mesi estivi; nei 6 mesi invernali l’operazione sarà di estrazione. L’immissione avverrebbe ad una pressione di 144 bar ad una profondità di circa un chilometro ed interesserebbe un’area di 25 km quadrati. Teniamo presente che quello dei 25 km di area interessata e’ un dato stimato in quanto è realmente difficile, se non impossibile, valutare con esattezza come si espanderà il gas una volta immesso nel sottosuolo. Infatti, non dobbiamo pensare che nel sottosuolo ci siano cisterne o serbatoi “naturali” di contenimento ma in realtà stati geologici costituiti appunto da rocce porose o ghiaie che permetterebbero al gas di essere stoccato.

Questo tipo di impianto è considerato di interesse strategico nazionale per questo gli enti locali non hanno diritto di veto sul suo insediamento. Da qui capiamo il perchè, nonostante le amministrazioni comunali interessate abbiano espresso parere negativo, comunque l’iter autorizzativo proceda.

Quali sono le criticità sollevate dal fronte contrario?

Le principali criticità riguardano il fatto che l’area interessata è considerata geologicamente attiva. La presenza infatti di una faglia sismogenica attiva nel Monte Netto lo dimostra. Proprio per questo motivo l’amministrazione comunale di Capriano del Colle insieme al “comitato civico salute e ambiente “dello stesso comune hanno presentato ricorso al TAR sul progetto.  Questo ricorso è stato bocciato non nel merito delle questioni sollevate ma riguardo alla forma in cui è stato presentato. Comunque ora si proseguirà in sede di Consiglio di Stato.

Altra criticità riguarda il fenomeno di subsidenza che l’impianto provocherebbe sul territorio circostante. Infatti il continuo pompaggio/estrazione del metano nel sottosuolo determinerebbe rispettivamente un innalzamento e una successiva compressione del terrreno di alcuni millimetri e questo ripetuto per anni.

Altra questione è la micro sismicità indotta da una attività di questo genere che potrebbe avere ripercussioni sugli edifici circostanti.

La pianura Padana rischia di riempirsi di questi depositi/stoccaggio di metano. Infatti numerose sono le richieste di concessione presentate nel sud della Lombardia e nord dell’Emilia Romagna. In diversi casi questi impianti addirittura si sovrapporrebbero!

Rimane poi il discorso di inquinamento atmosferico legato ai motori che agiranno in impianto per l’immissione/estrazione .

Il tutto, tra l’altro, senza una minima ricaduta occupazionale sul territorio; e non considerando i crolli della richiesta di metano degli ultimi anni.

RIUNIONE FEBBRAIO 2016

Ciao a tutti,

il 28 febbraio alle ore 18.00 è prevista la riunione mensile a casa mia.

Si richiede la presenza di tutti ma soprattutto degli ultimi iscritti o di coloro che non hanno mai partecipato agli incontri. Essendo cresciuti molto infatti, sarebbe auspicabile riprendere in mano e spiegare a chi non li avesse nemmeno letti, il regolamento e lo statuto per evitare confusione e incomprensioni.

Vi aspettiamo.

Roberta

Ringraziamenti evento GasHome

Ciao a tutti! Che ne dite della serata sulla Decrescita Felice? A me è piaciuta molto. Ringrazio ancora Loggetta Insieme che ci ha ospitato nel bellissimo mercatino dell’usato, l’associazione di Capriano Saltabanco che si è dedicata ai bambini come solo lei sa fare, il bravissimo Michel Cardito del Movimento della Decrescita Felice Brescia che ci ha introdotto un argomento veramente interessante e tutti i partecipanti!

Vi riporto il discorso sul PIL del 1968 di Robert Kennedy (assassinato solo tre mesi dopo) menzionato da Michel nella sua esposizione, perchè veramente contemporaneo, e un aforisma di Toro Seduto (assassinato nel 1890 dalla polizia dell’epoca), ancora più antico e nientemeno contemporaneo!!

“Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni.

Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jpnes, nè i successi del paese sulla base del Prodotto Interno Lordo.  

Il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine settimana.

Il PIL mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle. Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, comprende anche la ricerca per migliorare la disseminazione della peste bubbonica, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari.

Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia o la solidità dei valori familiari, l’intelligenza del nostro dibattere o l’onestà dei nostri pubblici dipendenti. Non tiene conto né della giustizia nei nostri tribunali, né dell’equità nei rapporti fra di noi.

Il PIL non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio, né la nostra saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta.

Può dirci tutto sull’America, ma non se possiamo essere orgogliosi di essere americani.”

(Robert Kennedy)

Quando avranno inquinato l’ultimo fiume, abbattuto l’ultimo albero, preso l’ultimo bisonte, pescato l’ultimo pesce, solo allora si accorgeranno di non poter mangiare il denaro accumulato nelle loro banche.

(Toro Seduto)

Riunione di Giugno

Ciao a tutti!

Martedì 30 Giugno 2015 alle 20 si terrà la riunione estiva del nostro GAS.

Chi è invitato?

TUTTI quelli che regolarmente o meno acquistano prodotti biologici con noi. Ma anche chi non l’ha mai fatto e vorrebbe avvicinarsi a questo mondo.

Perchè partecipare?

Le nostre riunioni sono un’occasione di scambio reciproco di idee, in cui conoscersi. Discuteremo inoltre la scelta di alcuni nuovi fornitori per prodotti come legumi e cereali. 

 

Per saperne di più contattateci alla nostra pagina facebook cliccando qui.

A presto

Irene

Una giornata in cascina….. da Iris Bio!

Il 7 giugno, come tutti gli anni, si svolgerà “UNA GIORNATA IN CASCINA”, arrivata ormai alla sua 16° edizione.

La Fondazione IRIS, in collaborazione con la Cooperativa IRIS, organizza da anni questa giornata, un evento ormai atteso da tanti e aperto a tutti. Durante la giornata si affronteranno temi importanti quali: “un’altra economia”, sostenibile ed equa per ogni anello della catena del valore e “l’alimentazione biologica”, intesa come metodo di prevenzione, in particolare per la salvaguardia della salute dei più piccoli.

In questa occasione la Fondazione presenterà il libro “PREVENZIONE PRIMARIA – Come non mettere a rischio la salute del bambino”.

Vi aspettiamo numerosi, oltre all’interessantissimo convegno, potrete gustare il nostro Buffet 100% BIO, adatto anche per vegetariani e vegani, passeggiare nella natura o semplicemente stare in compagnia protetti dal sole sotto il nostro tendone e i tanti gazebi.Per i più piccoli tanti giochi e divertimento.

 

Maggiori info su www.irisbio.com e alla pagina facebook dell’evento qui.

Nell’incidente stradale avvenuto lunedì lungo la provinciale di Gambara (BS), ha perso la vita Franco Olini, fratello di Giuseppe e Luciano, titolari dell’azienda che ci fornisce latte e yogurt bio.
I funerali sono previsti giovedì alle ore 16 presso la chiesa parrocchiale di Gottolengo.
La triste notizia ci ha veramente colpiti.
La presente per porgere, a nome del gruppo di acquisto solidale, le nostre più sentite condoglianze.

Francesca Colosio – Gashome di Bagnolo Mella.

RIUNIONE del 14 settembre 2014

Ciao a tutti,

la prossima riunione si terrà domenica 14 settembre dalle 17.00, a casa di Francesca, Via Solferino n. 149. Gli argomenti che ci interessa trattare sono:

  • scelta del produttore di agrumi;
  • ricerca di produttori per frutta e carne di maiale;
  • gas di Poncarale(accendigas) e interesse verso prodotti vegan;
  • Idee varie

Vi aspettiamo numerosi.

Se avete difficoltà con i bambini, portateli senza problemi. A presto.

Roberta

Incontro pubblico GasHome

Ciao a tutti,

venerdì 30 maggio, alle ore 19:00, presso una sala del bar Arcobaleno di Bagnolo Mella, via Circonvallazione 53/55, si terrà un incontro pubblico dal titolo “Cosa vuol dire far parte di una cooperativa lavoro”.

Considerato che, oltre alla spesa comune ed agli incontri periodici del gruppo, questo evento costituisce frutto e seme del nostro stare insieme, si spera in una buona riuscita.

Siete quindi tutti invitati a partecipare (e a portare almeno due persone a testa, grazie!) e a trasmettere questa mail e/o il volantino ai vostri contatti mail/facebook per permetterne massima diffusione.

L’orazione sarà tenuta da un espertissimo del campo, Maurizio Gritta, presidente di Iris, cooperativa agricola fondata nel 1978. Dopo una breve introduzione, per spiegare cos’è e che finalità ha un g.a.s. (gruppo di acquisto solidale), l’argomento si farà più tecnico: si parlerà di azionariato mutualistico. Il tema può interessare, a mio avviso, oltre che tutti, nessuno escluso, risparmiatori in cerca di buoni investimenti, associazioni in cerca di crediti, altri gruppi gas in cerca di buone pratiche da diffondere, oltre che tutte le persone critiche, attente, desiderose di informarsi, crescere, migliorare sè e il mondo.

La serata sarà anche un momento aggregativo e di condivisione, terminando con un assaggio dei prodotti dei nostri fornitori, che sono invitati a presenziare.

A disposizione per chiarimenti e informazioni. Francesca – Gashome (tel. 3343953776).